Menu

Il migliori materiali per il cappotto esterno

Il cappotto esterno è il metodo più efficace per  annullare la dispersione termica  e la  formazione di condensa e muffa, migliorando l’efficienza energetica dell’edificio.

La domanda che si può chiedere è "Qual è  il miglior materiale per il cappotto termico esterno?"

La domanda di per sè non può avere una risposta in quanto non è possibile stabilire quale sia, poiché la scelta dipende da una serie di fattori strutturali, geografici, climatici ed economici. Per essere certi di optare per la soluzione migliore è necessario valutare con precisione il tipo di intervento da applicare, con conseguente scelta del migliore materiale isolante per quella precisa operazione di isolamento.

Possiamo però dire  quali caratteristiche deve avere un buon materiale isolante:

  • Spessore,  maggiore è lo spessore del materiale maggiore sarà il suo potere di isolante.
  • Conducibilità termica,  il valore della conducibilità termica è la lambda “ƛ”.  Più piccolo è il valore della lambda, più alto è il potere coibentante del materiale.
  • Sfasamento termico,  il tempo che impiega il calore o il freddo a passare attraverso il materiale isolante e a raggiungere gli ambienti interni. Naturalmente, maggiore è lo sfasamento termico migliore è l’isolamento dell’edificio.
  • Traspirabilità,  il potere traspirante di un materiale si misura con µ. Tanto più piccolo è questo valore, tanto più il materiale isolante risulta traspirante e quindi efficace contro la formazione di condensa e muffa.

Di seguito vi informiamo suii materiali isolanti che è possibile usare per realizzate un  sistema di isolamento a cappotto.

I materiali selezionati per voi.